Home  /  News  /  Agire subito per combattere la crisi

Agire subito per combattere la crisi

I dati divulgati da Federalimentare in agosto mostrano che le vendite del settore stanno accusando, nei primi cinque mesi dell’anno, una discesa prossima al 2%.

Il valore, che conferma pienamente le stime sui consumi per il 2012 rese note da Confcommercio, allontana la prospettiva di ripresa dei consumi alimentari alla fine del 2013. Considerando il rallentamento dell’export, che testimonia le difficoltà che incontrano anche gli altri Paesi occidentali nel mantenere i livelli di consumo precrisi, l’industria alimentare continua comunque con maggior fatica a sostenere l’economia reale italiana.

Nell’attesa che il Governo sviluppi gli strumenti per rilanciare il potere d’acquisto delle famiglie, riattivare il volano del credito alle imprese per far ripartire il motore del Paese, innescando così la spirale virtuosa degli investimenti e dell’occupazione, le aziende del settore devono intanto agire in autonomia per migliorare la propria competitività. Per uscire indenni da questa crisi serve agire, ma soprattutto agire subito e con strumenti rapidi ed efficaci.

I settori fortemente competitivi, come quello automobilistico, ci hanno insegnato che la miglior strategia operativa per migliorare le nostre azienda è il Lean Thinking, lo dimostrano sia i risultati ottenuti nelle prestazioni, sia la diffusione di questi modelli organizzativi: possiamo contare oltre 25 anni di sviluppo degli strumenti Lean, in tutte le aree aziendali e ormai in tutti i settori industriali, compreso quello alimentare.

Attuare un progetto Lean permette di rendere snella l’azienda, migliorando le performance operative. Possiamo sintetizzare l’approccio come un sistematico miglioramento delle diverse funzioni, la riduzione degli sprechi, con conseguente diminuzione dei costi e l’aumento del valore aggiunto percepito dal cliente finale, agendo a tutto tondo sui processi interni ed esterni, per migliorare l’intera filiera.

Combattere la crisi mediante una trasformazione Lean significa agire su tre fronti:

  • Operare con successo e sviluppare i diversi mercati internazionali, sempre più esigenti in termini di tempi di consegna, puntualità, qualità; elevata attenzione va dedicata all’innovazione del prodotto, innescando un concreto percorso di crescita e di costante miglioramento
  • Ridurre i costi, snellendo i processi, partendo da quelli primari e passando poi a quelli secondari, allo scopo di migliorare la marginalità aziendale
  • Intervenire sulla struttura organizzativa, per ottenere un radicale quanto significativo cambiamento di mentalità, con l’obiettivo di sviluppare manager ancora più proattivi, che operano con l’approccio del gioco di squadra, coinvolgendo e motivando tutti i collaboratori

Leggi: Il caso Drogheria&Alimentari SpA

Bonfiglioli Consulting          Copyright © 2016 Bonfiglioli Consulting.  All rights reserved.  P.I. 02646871208          Privacy Policy  |  Cookie Policy